Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scarcerato Nicola Cosentino. Ora ai domiciliari

Dopo 131 giorni, l'ex sottosegretario lascia Secondigliano

.

Scarcerato Nicola Cosentino. Ora ai domiciliari
27/07/2013, 09:45

NAPOLI - Nicola Cosentino torna ad essere un uomo “quasi libero”. Dopo 131 giorni di carcerazione preventiva, l’ex sottosegretario ha lasciato il carcere di Secondigliano per raggiungere Venafro, dove sarà ai domiciliari fino a nuova decisione. Il collegio del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduto da Giampaolo Guglielmo, davanti al quale è in corso il processo che vede imputato Nicola Cosentino per concorso esterno in associazione camorristica, ha revocato la prima ordinanza d'arresto emessa nel novembre del 2009 dal gip di Napoli Raffaele Piccirillo ordinandone l'immediata scarcerazione. L'ex coordinatore campano del Pdl andrà ai domiciliari in virtù della decisione emessa dall'altro collegio del Tribunale di Santa Maria, presieduto da Orazio Rossi, davanti al quale è in corso il processo "Il Principe e la Scheda Ballerina" in cui Cosentino è imputato per corruzione e reimpiego di capitali illeciti aggravati dall'aver favorito i Casalesi in relazione alla costruzione di un centro commerciale a Casal di Principe. Cosentino è uscito dal carcere intorno alle 17 di ieri in compagnia del figlio e del fratello, mantenendo il suo consueto profilo basso; Si attendono ora le prossime mosse della difesa dell'ex deputato, che sta valutando se presentare istanza al giudice Rossi affinchè revochi la decisione di concedere i domiciliari o attendere che il Riesame, dopo le ferie estive, accolga le censure della Cassazione facendo cadere definitivamente entrambi le ordinanze.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©