Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'opposizione attacca. Il sindaco si difende

Scario invasa da cumuli di rifiuti, turisti protestano


Scario invasa da cumuli di rifiuti, turisti protestano
27/08/2010, 09:08


SAN GIOVANNI A PIRO (Sa). Bottiglie e rifiuti di ogni genere gettati alla rinfusa in bustoni di plastica in strada. Abbandonati di notte come di giorno senza aver cura delle norme della differenziata. Accade a Scario, piccola frazione di San Giovanni a Piro, dove numerosi turisti e residenti hanno chiesto l’intervento della magistratura. L’immondizia non raccolta è sui marciapiedi, sulle strade dello shopping ma anche a pochi passi dalla spiaggia, come in localitá "porto". In alcune zone del centro storico i cumuli di rifiuti costringono pedoni e automobilisti a fare addirittura lo slalom tra i sacchetti. «E’ una situazione gravissima - spiega il consigliere di opposizione Pasquale Sorrentino - frutto di scelte amministrative sbagliate degli ultimi anni. Giá da alcuni mesi avevamo sollevato questo problema ma purtroppo nessuno ci ha ascoltato. Qui la raccolta differenziata - continua Sorrentino - nonostante gli sforzi degli operatori ecologici costretti a fare turni massacranti, non funziona ancora bene. Pochi operai e troppa disorganizzazione che alla fine porta a questi risultati. Bisogna correre subito ai ripari senza nascondersi dietro idee demagogiche. I cittadini e i tantissimi turisti che affollano il nostro comune non meritano questi disservizi. La cosa che più mi preoccupa - conclude il consigliere - è che al momento la maggioranza non ha le idee chiare su come risolvere il problema, eppure nell’ultimo anno, i cittadini hanno subito l’aumento della tarsu del 50%». Intanto il sindaco, Maria Stella Giannì, tenta di gettare acqua sul fuoco: «Nessuna emergenza - spiega il primo cittadino - si tratta solo dell’inciviltá di singoli individui che abbandonato la spazzatura in strada. La raccolta - continua la Giannì - non è stata mai interrotta. Anche io qualche giorno fa mi sono accorta del problema ed ho chiesto maggiori controlli in merito. Posso assicurare che sono giá state multate una decina di persone per abbandono di rifiuti. I cittadini devono collaborare - conclude il sindaco - e soprattutto denunciare immediatamente eventuali comportamenti scorretti ai vigili urbani».  «Se non fermiamo questa situazione - spiega un ristoratore del posto - rischiamo il collasso dell’intero settore con danni economici devastanti. Da giorni i rifiuti differenziati in molte zone del paese non vengono rimossi. Se c’è qualcosa che non funziona nel servizio bisogna prendere immediatamente provvedimenti». «Visto la precarietá del servizio - aggiunge un altro cittadino, proprietario di un bar sul lungomare - non pagheremo aumenti e chiederemo i danni al Comune».

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.