Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A due mesi dal deposito della sentenza

Scatta l'ordine di carcerazione per Sallusti ai domiciliari


Scatta l'ordine di carcerazione per Sallusti ai domiciliari
26/11/2012, 12:08

MILANO - Visto che Alessandro Sallusti, il direttore del Giornale, si è divertito a fare la vittima, dopo la sentenza della Corte di Cassazione che lo condannava a 14 mesi di reclusione per diffamazione aggravata a mezzo stampa, adesso continuerà a farla agli arresti domiciliari. Infatti oggi la Procura di Milano gli ha notificato l'ordine di esecuzione della sentenza del 26 settembre scorso. L'ha comunicato lo stesso direttore del Giornale su Twitter; e la notizia è stata poi confermata dalla Procura di Milano, che ha specificato che gli arresti domiciliari sono stati concessi in automatico, secondo le regole del decreto svuotacarceri.
Sallusti è stato condannato in qualità di direttore responsabile di Libero nel 2007, quando venne scritto un articolo che ingiuriava e diffamava un giudice che aveva dato il suo ok per l'aborto di una minorenne, i genitori della ragazza e il medico che aveva eseguito l'intervento. La ragazza purtroppo aveva subito un trauma psicologico che, in seguito, aveva richiesto interventi specialistici ed un ricovero presso un istituto psichiatrico.  
Sallusti avrebbe potuto chiedere l'affidamento ai servizi sociali, prassi ordinaria per chi subisce condanne inferiori ai tre anni di reclusione. Ma ha deciso di non farlo, ponendosi come vittima della "cattiveria" dei giudici, che lui ha chiamato infami e peggio.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©