Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sindaco di Grosseto: "Quanto è accaduto è vergognoso"

Scherzano e fumano in rianimazione: sette sospesi

Su facebook le foto dell'accaduto

Scherzano e fumano in rianimazione: sette sospesi
30/03/2011, 16:03

Sette sanitari, tra medici e infermieri, sono stati sospesi dal servizio. E’ accaduto a Grosseto, all’Ospedale Misericordia e Dolce, per “fatti che rivestono caratteristiche di gravità inaudita”. I fatti: circa un anno fa sono comparse sul social network Facebook una serie di foto che ritraggono il personale mentre fuma nel reparto e gioca con cerotti e bende. Le foto sono state pubblicate oggi dal Corriere della Maremma, segnalate da una cittadina. L’azienda sanitaria ha espresso indignazione: “Il fatto è giudicato gravissimo e offensivo per i pazienti e per l'impegno che, in maniera professionale, il complesso degli operatori della rianimazione e, in senso ancora più ampio, dell'intero ospedale, prestano quotidianamente ai ricoverati e ai cittadini". Offesa dall’accaduto anche la cittadina che ha segnalato il fatto: “Sono indignata per il solo fatto che malati inconsapevoli possano esser stati scherniti con così tanta scioltezza. Per il senso civico ritengo opportuno rendere noto questo fatto tanto increscioso affinchè non accada mai più". Sull’accaduto è intervenuto anche il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi: “Quanto accaduto è vergognoso. E la sospensione immediata è una scelta doverosa nei confronti dei ai pazienti e di tutti gli altri operatori del Misericordia. Sono convinto della necessità di seri provvedimenti disciplinari per individui che hanno dimostrato di non avere rispetto di niente, né della dignità né della sofferenza delle persone che si rivolgono con fiducia all'assistenza di un ospedale pubblico".

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©