Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sci: edizione limitata per gli sci Winter Sottozero


Sci: edizione limitata per gli sci Winter Sottozero
18/11/2009, 15:11


ROMA - Dopo l'incredibile successo della scorsa stagione, tornano gli sci WINTER SOTTOZERO in edizione limitata di soli 200 pezzi, migliorati e in grado di garantire prestazioni ancora superiori. Grazie alla tecnologia Power tubes, ovvero l'inserimento di 8 elementi di metallo per ciascun lato nella zona sottostante agli attacchi (la rail plate), notevoli sono i benefici apportati, tra cui: la riduzione della comprimibilità della zona più sollecitata in fase di conduzione, soprattutto in condizioni di neve dura, migliore trasmissione dei movimenti e incremento sensibile della tenuta dello sci e della percezione di sicurezza generale. L’intelligenza del sistema antivibrazioni HEAD Intelligence Technology e l'incredibile contributo elastico fornito dal metallo liquido, LIQUIDMETAL, si fondono, grazie a un co-branding con HEAD, all’engineering dell’ultimo progetto di Pirelli PZero: gli sci WINTER SOTTOZERO che prendono il nome dall’omonimo pneumatico la cui ultima evoluzione è stata lanciata nel corso del 2008. Innovativo e inconfondibile, anche il profilo sciancrato dello sci: realizzato con struttura sandwich in legno, progettata in collaborazione con HEAD Racing Department, caratterizzato dal tipico nero pneumatico PZERO, con l’impronta della P lunga. Completano il progetto gli attacchi PZERO sviluppati con TYROLIA e i bastoncini da sci in carbonio ultraleggeri messi a punto con la COBER. Derivato dall’aviazione militare, il sistema HEAD Intelligence Technology, brevettato da HEAD, consente di adattare gli sci al tipo di neve, alla sciata e alla velocità dello sciatore, segnando il traguardo massimo nella personalizzazione delle attrezzature sportive. Paragonabile alle “sospensioni intelligenti” delle auto e basata su elementi di fibre piezoelettriche posizionati nella zona anteriore delle piastre, questa tecnologia traduce l’energia meccanica torsionale in energia elettrica nell’arco di soli 5 millesimi di secondo. Pertanto, se lo sciatore procede lentamente o su neve soffice, lo sci diventa più “morbido”. Viceversa, oppone maggiore resistenza su fondi ghiacciati o ad alta velocità. Funzioni “su misura” della neve, dello sportivo e dell’andatura per garantire in ogni caso la migliore tenuta di strada, eliminando qualsiasi, fastidiosa, vibrazione. Questa stessa tecnologia è utilizzata anche per gli sci del Head Racing Team tra cui Bode Miller, Linsdey Vonn, Didier Cuche. Il contributo che l'Head Liquidmetal fornisce allo sci, consente di far conciliare la necessaria alta resistenza torsionale (per garantire l'ideale tenuta dello sci su nevi compatte e artificiali) con l'estrema capacità di flessione longitudinale che permette allo sciatore di condurre gli sci in maniera ottimale. Le prestazioni di questo ritrovato del California Institute of Technology (CalTech), applicato insieme al carbonio nei rinforzi dei WINTER SOTTOZERO, sono assicurate dalla sua struttura molecolare liquida o amorfa che non si deforma sotto sforzo, offrendo un ritorno elastico superiore del 30% a quello dei metalli tradizionali. Il LIQUIDMETAL garantisce inoltre una potenza maggiore del 29% rispetto a quella del titanio, in linea con la filosofia della P lunga: “energia pura, potenza perfetta”. Le colorazioni si arricchiscono di nuovi inediti accostamenti: la nuova soluzione BBP, Black Back Printing, assicura un colore nero pieno in qualunque condizione di luce.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©