Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In programma un corteo nella mattinata a Roma

Sciopero dei trasporti pubblici, 24 ore di stop


Sciopero dei trasporti pubblici, 24 ore di stop
26/01/2012, 18:01

ROMA - Proclamato per domani uno sciopero generale di 24 ore, indetto dai sindacati di base per tutti i lavoratori del pubblico impiego e delle aziende private italiane. Dunque, uno sciopero che riguarderà tutte le categorie: uffici postali, scuole, sanità, uffici pubblici ma anche trasporti (ferroviari, aerei, marittimi e pubblico locale) con il rispetto delle fasce garantite, dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21.
Sette le sigle sindacali che hanno proclamato lo stato d'agitazione - Usb, Orsa, SlaiCobas, Cib-Unicobas, Snater, SiCobas e Usi - "contro il Governo Monti e le sue politiche che - scrivono in una nota - penalizzano lavoratori, pensionati, precari e disoccupati e che, con il ricatto del debito, intendono far pagare la crisi a tutti tranne coloro che hanno generato, speculato e fatto profitti su di essa".
L’usb – l’Unione sindacale di base – ha annunciato che si fermeranno il personale di volo e di terra ma con il rispetto delle fasce garantite. Non ci saranno le fasce garantite per i piloti del Meridiana Fly mentre Alitalia ha revocato lo sciopero degli assistenti di volo dopo aver raggiunto un accordo ieri notte con i sindacati sulle problematiche del personale di cabina. Alla manifestazione aderisce anche la Cub Trasporti che ha convocato per le 14 all'aeroporto di Fiumicino un'assemblea a ridosso dell'hangar Avio 6 dove, dal 17 gennaio protestano alcuni lavoratori della società Argol.
Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, si sciopererà dalle 21 di oggi fino alle 21 di domani. “Durante lo sciopero - avvisa Trenitalia - i treni potranno subire modifiche alla circolazione e soppressioni".
Per i regionali saranno garantiti i servizi dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Non subirà modifiche il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino, con il treno Leonardo Express o con autobus sostitutivi.
Per ciò che riguarda gli autobus, l’astensione dal lavoro varierà da città a città. A Roma 1 per favorire l'accesso alle zone del centro storico e di Trastevere e rendere più agevoli gli spostamenti i varchi della Ztl diurna non saranno attivi.
A Milano 2 mezzi pubblici fermi dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 sino alla fine del servizio: la prefettura
interviene per garantire i collegamenti con la Fiera di Rho-Pero, dove è in corso il Macef.
I manifestanti si riuniranno a Roma a piazza della Repubblica, a partire dalle 9,30, da dove avrà inizio il corteo si concluderà in piazza San Giovanni.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©

Correlati