Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sciopero della benzina proclamato da ADOC il 5 e 6 gennaio


Sciopero della benzina proclamato da ADOC il 5 e 6 gennaio
05/01/2012, 14:01

Il Governo Monti che avevamo salutato con qualche timida speranza ignora noi, le nostre istanze e soprattutto i problemi dei consumatori. Aumenti di tasse, tariffe, bolli sono le uniche misure prese a senso unico contro i consumatori, i lavoratori e soprattutto i pensionati.
Presto l'inflazione divorerà i redditi e i risparmi del ceto medio.
La manovra economica varata dal governo non risolve affatto i problemi dei cittadini consumatori.
Per manifestare il dissenso a ciò che sta accadendo l’ADOC,Codacons, Unc e Mdc fondatori del Comitato CASPER costituito un anno e mezzo fa per lottare contro le speculazioni, hanno voluto provocatoriamente proclamare lo sciopero della benzina per il 5 e 6 gennaio per protestare contro i 5 aumenti di accisa in un anno (non era mai successo prima) e della recente addizionale regionale, che hanno portato ad un aumento delle tasse (accise e iva + 1%) sui carburanti, in un anno, di circa 40 centesimi.
Per questo motivo l’ADOC NAPOLI E CAMPANIA invita tutti i cittadini consumatori ad aderire allo sciopero e a divulgare ad ampio raggio la nostra iniziativa al fine di dare un forte segnale a tutti coloro che continuano a non considerare i consumatori penalizzandoli ad ogni occasione utile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©