Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sciopero tir, la protesta continua e scattano gli arresti

Fermate persone a Caserta e a Trani

Sciopero tir, la protesta continua e scattano gli arresti
26/01/2012, 10:01

Non si ferma la protesta degli autotrasportatori. La situazione è statica in Calabria, dove da 4 giorni i tir sono fermi all’altezza degli svincoli dell'A3 Salerno-Reggio Calabria, sulla statale 106, all'imbocco della strada Ionio-Tirreno. Mezzi immobili anche sulla statale 18, a Scalea, Tortora e Guardia Piemontese e a Settingiano sulla statale 280 Catanzaro-Lamezia e a Botricello. Non li ferma nessuno, neanche gli arresti e i feriti che si sono susseguiti nei giorni scorsi, né tantomeno la preoccupazione che nei supermercati scarseggiano prodotti di prima necessità come latte, farina e uova. Tra gli arresti vanno segnalati quelli effettuati dalla polizia di Trani, che ha fermato 4 persone a bordo di due autotovetture di grossa cilindrata, con le quali avevano tentato di fermare due tir con le minacce. Ulteriori arresti sono stati effettuati dalla polizia stradale di Caserta che ha fermato 5 persone che hanno partecipato ai blocchi stradali in autostrada. Ieri è scoppiata anche la protesta dei pescatori, che hanno raggiunto Montecitorio gridando il loro allarme: l’aumento del costo del gasolio sta ovviamente penalizzando anche la loro attività. Le vendite di pesce sono ferme da venerdì, pertanto quello che si trova nei negozi è probabilmente pesce surgelato.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©