Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Traffico in tilt anche in centro e in periferia

Sciopero trasporti, caos a Roma


Sciopero trasporti, caos a Roma
16/12/2011, 19:12

ROMA – Venerdì nero a causa dello sciopero a cui hanno aderito, per il 68%, i mezzi pubblici. Dunque, metro chiuse, decine di persone in attesa sulle pensiline Atac, file lunghissime alla stazione Termini alla ricerca di un taxi e tutto a causa dei trasporti fermi dalle 8,30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio.
Più di venti chilometri di coda sul Gra con traffico intenso in Centro e in periferia. Nel pomeriggio si sono registrati 22 chilometri di coda sul Grande raccordo anulare, in carreggiata esterna, tra Fiumicino e A 24 ed altri 20 chilometri, in interna, tra Trionfale e Tiburtina. Stessa situazione anche in città, con forti rallentamenti in molte zone: da via Tiburtina alla Colombo, da via Prenestina a piazza San Giovanni; da via del Foro Italico alla Salaria. Ferme le due linee della metropolitana e i collegamenti ferroviari tra Roma Pantano e Lido. Lo sciopero riguardava anche tutti i servizi al pubblico dell’Agenzia Roma servizi per la mobilità, i box informazioni della stazione Termini e di Fiumicino ed i check-point bus turistici di Aurelia, Laurentina e Ponte Mammolo.
“Quella di oggi è una tempesta perfetta: siamo sotto le festività natalizie, con tutti i cittadini che sono in movimento, e c'è lo sciopero. Purtroppo è una situazione di grande disagio che dobbiamo fronteggiare. Anche su questo attendiamo una risposta sul Tpl dal governo” commenta il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Sul tpl siamo sotto di 485 milioni rispetto al budget dell'anno scorso - ha aggiunto il sindaco - Dobbiamo recuperare almeno un altro centinaio di milioni anche per dare una prospettiva chiara ai lavoratori è necessario che il governo tiri fuori le risorse”. Appello anche da parte dell'assessore ai trasporti Antonello Aurigemma “per il completamento della linea C della Metropolitana che difficilmente potrà vedere la luce senza il supporto economico del Governo nazionale”.
“La risposta del Campidoglio è stata davvero debole e inadeguata - dichiara Massimiliano Valeriani, consigliere del Pd a Roma - Pochi vigili sulle strade e mancanza di qualsiasi piano di mobilità straordinaria come invece si sarebbe dovuto predisporre. Questo sciopero era annunciato da giorni e giorni e non può essere definito, come fa il sindaco, la tempesta perfetta. La capitale targata Alemanno si è dimostrata un'altra volta impreparata”.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©