Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scontri a Lampedusa, feriti due militari a sassate

Più di 200 tunisini protestano contro il rimpatrio

Scontri a Lampedusa, feriti due militari a sassate
30/08/2011, 11:08

LAMPEDUSA - Dal tardo pomeriggio di ieri più di 200 extracomunitari tunisini hanno protestato contro il rimpatrio.
Al Centro di identificazione ed espulsione di Lampedusa si sono verificati disordini e momenti concitati, mentre tra la folla di immigrati si levava l'urlo: "Libertà!"
Ieri sera i clandestini hanno oltrepassato le protezioni del Cie per raggiungere il centro dell'isola. In massa sono intervenute le forze dell'ordine per cercare di placare gli animi e dirottare, così, la manifestazione di protesta verso il molo Favaloro, luogo in cui avvengono gli sbarchi.
Da lì i tunisini hanno iniziato a bloccare la strada continuando la protesta per diverse ore.
Soltanto nella tarda serata il corteo è ritornato a marciare verso il Cie di contrada Imriacola. Prorpio qui si sono registrati violenti scontri tra immigrati e forze dellìordine. Un carabiniere ed un finanziere sono rimasti feriti e trasportati al Poliambulatorio di Lampedusa.
Mentre ritornavano al Centro d'accoglienza, gli extracomunitari hanno iniziato a lanciare pietre contro le forze dell'ordine.
Nella mattinata la situazione è tornata tranquilla e sotto controllo.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©