Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I pescatori aggrediti: "Adesso ci picchiano anche"

Scontri a Montecitorio, due feriti tra i manifestanti

I manifestanti dopo la carica: "Assassini, bastardi"

Scontri a Montecitorio, due feriti tra i manifestanti
25/01/2012, 18:01

ROMA - Dopo una prima carica della polizia, i pescatori, che stanno manifestando da questa mattina davanti a Montecitorio, hanno alzato le mani in segno di resa. Due manifestanti sono rimasti feriti, uno è disteso in terra, ferito questo pomeriggio durante gli scontri con le forze dell'ordine in piazza Montecitorio. Al momento sta ricevendo delle cure dal personale paramedico. Un altro dei manifestanti ha riportato delle ferite alla testa e, accompagnato da due suoi compagni, si è allontanato dalla piazza. «Ad un mio amico - ha raccontato uno dei pescatori - gli è arrivata una manganellata sulla mano e si è fatto male ad un dito. Forse si è rotto perchè ha detto che gli faceva davvero tanto male». In piazza Montecitorio è arrivata anche un'ambulanza per soccorrere i feriti.  «Assassini, assassini!», «bastardi!», così i pescatori, da questa mattina fuori Montecitorio, hanno apostrofato le forze dell'ordine, al momento schierate in un cordone per contenere i manifestanti in piazza Montecitorio. «Siamo venuti qui ad elemosinare - ha gridato uno dei pescatori - e non a fare queste pagliacciate. Siamo lavoratori e padri di famiglia. Ora voi picchiateci pure ma da qui noi non ci muoviamo».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©