Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Iniziativa per cinque giovani teramani condannati a 6 anni

Scontri Roma, mille in corteo contro condanne a Teramo


Scontri Roma, mille in corteo contro condanne a Teramo
10/02/2013, 16:01

TERAMO - Ben oltre un migliaio di persone secondo gli organizzatori hanno preso parte al corteo nazionale di protesta organizzato da Azione Antifascista Teramo contro le condanne a sei anni di reclusione comminate a cinque giovani teramani per gli scontri di Roma del 15 ottobre 2011. Il corteo, che ha sfidato un freddo pungente e a tratti anche il nevischio, ha percorso le strade che dalla periferia est della città portano fino in centro storico, con un breve sit-in nei pressi del municipio dove alcuni manifestanti si sono alternati negli interventi al microfono. La protesta ha accomunato giovani provenienti da varie zone dell'Italia, da Roma a Napoli, Perugia, Firenze, Lecce e gran parte dell'Abruzzo. La manifestazione si è svolta in un contesto di negozi con le saracinesche abbassate, per timori di scontri e danneggiamenti. Tra i cinque giovani condannati a sei anni per devastazione, c’è anche uno dei leader di Azione Antifascista, Davide Rosci, al quale i manifestanti hanno intonato alcuni cori: i teramani furono coinvolti negli scontri e secondo la procura romana avrebbero avuto parte attiva nell'assalto al blindato dei carabinieri dato poi alle fiamme. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©