Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scontri tra immigrati a Milano, Lo Verde contro le istituzioni


Scontri tra immigrati a Milano, Lo Verde contro le istituzioni
15/02/2010, 18:02

"E' gratuito l'accostamento di questi scontri alle politiche contro la clandestinità. Non è detto che gli immigrati coinvolti nella guerriglia siano per forza irregolari". E' quanto afferma il vice responsabile per l'Immigrazione dell'Italia dei Diritti, Antonino Lo Verde, in seguito, agli scontri avvenuti in Via Padova a Milano lo scorso sabato sera fra immigrati magrebini e sudamericani; causati dall'uccisione durante una rissa di un giovane africano da parte di un gruppo di latinoamericani della medesima zona. "La mancata integrazione di questi ragazzi che hanno partecipato a tali violenze è causata principalmente dal fatto che spesso le istituzioni non affrontano tale problema. Gli immigrati, anche regolari, sono lasciati a sé stessi, senza assistenza di alcun genere. Ogni gruppo etnico si è sempre aggregato in zone specifiche della città - afferma Lo Verde -. Lo facevano anche gli italiani stabilitisi all'estero nel primo '900. Non bisogna prendere spunto da tale fatto per fare altra demagogia contro gli stranieri in Italia". Concludendo, l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro afferma: "Bisogna andare incontro ai disagiati di qualunque nazionalità siano e bisogna farli partecipi della vita della comunità, non ghettizzarli".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©