Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il governatore lombardo accusa di non aver ricevuto i fondi

Scontro Formigoni-Tremonti sulle inondazioni a Milano


Scontro Formigoni-Tremonti sulle inondazioni a Milano
22/09/2010, 10:09

MILANO - Il governatore della Lombardia Roberto Formigoni non ci sta ad assumersi le responsabilità per le inondazioni che spesso funestano Milano, in occasione delle piogge. La causa sta nel fiume Seveso che scorre sotto il capoluogo lombardo e che in caso di pioggia esonda molto frequentemente. Secondo quanto riferito da Formigoni, ci sono due progetti già pronti: il canale scolmatore di nordovest con 23,4 milioni e una vasca di laminazione a Senago con 10 milioni. Ma entrambi i progetti sono bloccati: dovrebbero essere finanziati dal governo, con i fondi FAS (Fondi per Aree Sottosviluppate), ma nell'ultima manovra finanziaria, questi soldi sono stati dirottati ad altre attività che nulla hanno a che vedere con le aree economicamente svantaggiate. L'obiettivo di queste proteste è ovviamente il Ministro delle Finanze Giulio Tremonti, che è il ministro incaricato della gestione di queste risorse.
Anche il Presidente della Provincia, Guido Podestà conferma le parole di Formigoni: "Con la Regione abbiamo fatto tutto il necessario di fronte all’emergenza, ma stiamo aspettando che la delibera del Cipe venga registrata dalla Corte dei conti e che vengano messe a disposizione le risorse bloccate dalla manovra".
Ma l'opposizione protesta. Come fa per esempio Chiara Cremonesi rappresentante di Sinistra e Liberà alla Regione: "Nel dicembre 2001 la legge 428 ha autorizzato una spesa di venti miliardi di lire a favore della Regione nel triennio 2001-2003 per l’esecuzione di opere e impianti necessari al controllo della falda acquifera di Milano. Che fine hanno fatto quei soldi?". A questo la Regione ha risposto che i soldi sono serviti per altro.
Certo che è assurdo che una regione ricca come la Lobardia non abbia 34 milioni per una opera così importante, quando spende molto di più in pubblicità occulte o evidenti per Formigoni; e che per questo debba avere soldi che dovrebbero servire allo sviluppo delle regioni meridionali e che invece vengono utilizzati per arricchire le regioni ricche.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©