Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Fiom accusata di non essere allineata alla Cgil

Scontro tra Camusso (Cgil) e Landini (Fiom) sulla rappresentanza sindacale


Scontro tra Camusso (Cgil) e Landini (Fiom) sulla rappresentanza sindacale
05/02/2014, 09:40

ROMA - Pesante scontro all'interno della Cgil, tra la segretaria confederale Susanna Camusso e il segretario della Fiom, Maurizio Landini. Alla base, l'accordo firmato tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, sulla rappresentanza sindacale all'interno delle fabbriche. L'accordo prevede un accentramento al vertice, cosa che da Landini è vista come un commissariamento dei sindacati che non si adeguano agli ordini del vertice. 

Addirittura si è parlato di una denuncia agli organismi di garanzia della Camusso contro Landini e dell'intenzione di Landini di portare l'accordo sulla rappresentanza sindacale in Tribunale per farlo dichiarare incostituzionale, ma entrambi i protagonisti hanno smentito queste indiscrezioni. 

Il punto di scontro è l'accettazione dell'accordo: secondo la Cgil, basta l'assenso del direttivo; secondo la Fiom è necessario il referendum tra i lavoratori che sono la controparte di Confindustria (soluzione che peraltro lascerebbe fuori i pensionati).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©