Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Come laboratorio per trattare le carni un garage fatiscente

Scoperta macelleria clandestina con carni di dubbia proveninza


Scoperta macelleria clandestina con carni di dubbia proveninza
09/02/2011, 12:02

Torre Annunziata - I controlli non sono mai pochi ed inutili ed infatti quello che hanno scoperto i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata coordinati dal capitano Luca Toti, rappresenta un buon risultato a difesa della salute pubblica. Al civico 23 di via Luigi Cesaro della città oplontina i carabinieri della locale aliquota radiomobile ,accompagnati da alcune unità dell’ASL, hanno scoperto una macelleria clandestina che vendeva carne di dubbia provenienza. L’attività era gestita da due incensurati del luogo  padre e figlio rispettivamente di 61 e 36 anni che sono stati denunciati in stato di libertà. Durante la perquisizione del negozio i militari hanno scoperto che in circa 150 metri quadri dello stesso erano in giacenza  circa 200 chilogrammi di carne bovina in cattivo stato di conservazione che presumibilmente sarebbe poi stata venduta dopo una eventuale raffinazione. Ma la scoperta più sconvolgente è che il laboratorio con banchi, celle frigorifere, macchinari ed utensili usato per il taglio e la lavorazione di carni prive di riferimenti per la tracciabilità era un garage fatiscente, questo lascia presagire la scarsa igiene adoperata. Dai primi accertamenti fatti si suppone  che le carni siano state immesse sul mercato locale. Locale e carni sono stati sottoposti a sequestro.
 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©