Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Solo 6 sono tenuti in osservazione

Scoppia a Genova la psicosi sul botulino: 30 si ricoverano


Scoppia a Genova la psicosi sul botulino: 30 si ricoverano
22/07/2013, 10:15

GENOVA - Le notizie sulle confezioni di pesto contaminate dal botulino della società Bruzzone e Ferrari che hanno provocato l'intossicazione di alcune persone, hanno causato un in izio di psicosi a Genova. Almeno una trentina di persone si sono recate al più vicino ospedale (per lo più al Galliera), per verificare le proprie condizioni. Quasi tutti sono stati rimandati a casa, tranne sei persone - due al San Martino e quattro al Galliera - che presentavano lievi sintomi di intossicazione alimentare, come votimo o nausea. Per sicurezza, le persone sono state ricoverate per tenerle sotto osservazione e fare le analisi del caso. 
In ogni caso, ormai tutte le confezioni di pesto alla genovese del lotto "13 G03", cioè quello incriminato, sono state ritirate, grazie anche al tempestivo allarme lanciato dalla ditta stessa. E si ripetono gli inviti, a chi ne abbia comprato, a non consumarlo, dato che i batteri del botulino producono una tossina altamente velenosa; ma piuttosto di portare la confezione alla Asl oppure al negozio o supermercato dove essa è stata acquistata. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©