Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gravi le condizioni del padre, un 44enne ucraino

Scoppia bombola del gas, feriti padre e figlio


Scoppia bombola del gas, feriti padre e figlio
06/02/2011, 14:02

SOMMA VESUVIANA (NAPOLI) - Stamattina a Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, due uomini, padre e figlio, rispettivamente di 44 e 23 anni, entrambi di nazionalità ucraina e regolarmente residenti in Italia, sono rimasti feriti a causa dello scoppio di una bombola a gas.
Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco e dei carabinieri della stazione locale, la deflagazione è stata provocata da una fuoriuscita di gas. Evidentemente ieri sera il capofamiglia, dopo aver usato il fornello, non deve aver chiuso bene l'erogatore della bombola, provocando la fuoriuscita del gas, di cui una notevole quantità si è accumulata in cucina. Stamane, poco dopo le 7, quando l'uomo ha acceso la luce, ha innescato involontariamente lo scoppio, a seguito del quale sono rimasti feriti sia lui che il figlio.
Il padre ha riportato ferite gravi e, al momento, è ricoverato con prognosi riservata presso il Centro Grandi Ustioni dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Migliori, invece, sono le condizioni del giovane, ricoverato all'ospedale di Nola ma con ferite lievi. La moglie del 44enne, anch'essa presente in casa al momento dello scoppio, è rimasta illesa.
L'incidente si è verificato al piano superiore di una palazzina di due piani in via Santa Maria del Pozzo, 27, dichiarata inagibile dai vigili del fuoco. Illesa la coppia di anziani che abitano al piano sottostante.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©