Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pochi danni ma tanta paura per i quattro feriti

Scossa di terremoto nelle isole Eolie


Scossa di terremoto nelle isole Eolie
16/08/2010, 18:08

LIPARI – Quest’oggi nelle isole Eolie alle 14:54, si è verificato un forte terremoto di magnitudo 4-5, con epicentro in mare a circa 20 km di profondità, a 6 km dall’isola di Lipari. I maggiori danni si registrano nei pressi di Cala Valle Muria, a sud dell’isola di Lipari, dove un costone si è staccato dal promontorio ed è franato sulla spiaggia, ferendo quattro persone in maniera lieve. La spiaggia di sabbia vulcanica, situata subito dopo la Punta delle Campanelle è un luogo molto suggestivo e di forte attrazione turistica.
Il sindaco Mariano Bruno, ha pubblicato una nota in cui informa che non sono presenti ne morti, ne feriti gravi, ed ha assicurato che tutti i bagnanti sono stati messi in sicurezza dagli operatori della Capitaneria di porto. Il Presidente del Senato, Renato Schifani, che era in vacanza in barca e che adesso preside l’unità di crisi del comune di Lipari, in attesa del Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha rinunciato alla motovedetta di scorta della Capitaneria di porto, per permettere a tutte le forze delle Fiamme Gialle di partecipare alle attività di controllo e di prevenzione del territorio.
Enzo Boschi, Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha definito la scossa di "Bassa entità, senza rischio di maremoto, mentre i crolli di rocce dai costoni possono verificarsi anche a causa di forti piogge e non sono direttamente legati all’intensità del terremoto: il vero problema è la scarsa prevenzione e attenzione al territorio".
Secondo Bertolaso è necessario procedere ad una "mappatura" delle zone a "rischio", in caso di smottamenti e frane, in modo da interdire al traffico le zone interessate.
"Si tratta di una misura precauzionale, in attesa di un’indagine più approfondita, anche perché c’è il rischio di uno sciame sismico. Non vogliamo creare allarmismi, anche perché siamo nel pieno della stagione turistica, ma nello stesso tempo dobbiamo attivare tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone". Così, ha chiarito il Presidente Schifani.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©