Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora una azione violenta contro gli omosessuali

Scritte alla Bocconi: "I gay uccisi col gas di Auschwitz"


Scritte alla Bocconi: 'I gay uccisi col gas di Auschwitz'
25/05/2011, 09:05

MILANO - Non era un caso isolato, l'aggressione effettuata nei pressi dell'università milanese Bocconi ai danni di un ragazzo che voleva impedire che venissero strappati dei manifesti dell'associazione Bocconi Equal Students (Best) che invitavano alla giornata contro l'omofobia. Lo dimostrano le scritte apparte nella notte, sempre nei dintorni della Bocconi, sui manifesti che invitavano ad un convegno, svoltosi lunedì scorso, organizzato sempre dalla Best e titolato "Uomini che amano le donne".
Le scritte sono pesanti: "I froci si curano a Zyklon B" (lo Zyklon B era il nome commerciale delle pasticche di cianuro che i nazisti usavano nei campi di sterminio per gasare i deportati, ndr), oppure "L'hiv è la vostra punizione".
SI sta indagando per scoprire i colpevoli di questi gesti, aiutati dalle telecamere di sorveglianza, che potrebbero aver registrato qualche indizio o magari qualche volto.
Insomma, l'ennesimo episodio di violenza omofobica, che dimostra la necessità di una legge che invece la maggioranza, appoggiata dall'Udc, sta facendo di tutto per non approvare. Finendo indirettamente con l'incentivare gli episodi di violenza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©