Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scuola: dopo il posto, i precari perdono l'e-mail


Scuola: dopo il posto, i precari perdono l'e-mail
03/09/2009, 15:09

"Il ministero dell´Istruzione, Università e Ricerca, nell´ottica di contenimento dei costi di gestione del servizio di posta elettronica e per motivi di sicurezza legati alle responsabilità connesse all´uso dei servizi del sistema informativo, fornisce una casella di posta nel dominio istruzione.it al solo personale in servizio. A tal proposito La informiamo che, non persistendo più tale condizione nel suo caso, il prossimo 1 ottobre 2009 si procederà alla cancellazione della casella di posta a Lei assegnata". Questa è la comunicazione che migliaia di insegnanti precari, che quest'anno, in base alla legge Gelmini, sono stati licenziati dalla scuola senza preavviso, hanno ricevuto. Il problema è che l'e-mail assegnata dal MIUR spesso è quella che gli insegnanti lasciano come recapito alle scuole per essere contattate. Non che sia un problema crearne un'altra (10 minuti davanti al PC e si crea), ma il punto è che si rischia che le scuole creino confusione e le conseguenze le paghino gli insegnanti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©