Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scuola guida abusiva, sequestri e multa


Scuola guida abusiva, sequestri e multa
09/02/2010, 10:02


ROFRANO (Sa) -  La scuola guida non aveva l’autorizzazione. Eppure lavorava: diverse persone seguivano le lezioni ed erano pronte a sostenere gli esami della patente grazie ai suoi corsi. La scuola guida abusiva, improvvisata in un locale affittato in pieno centro, è stata chiusa venerdì. C’è stato un blitz dei carabinieri della stazione di Laurito, diretti sul posto dal maresciallo Francesco Benevento e comandati a livello territoriale dal capitano Gianmarco Pugliese. Nei guai l’istruttore, originario di Roscigno, ritenuto responsabile di esercizio abusivo di attivitá di autoscuola e multato con una salatissima sanzione di 10mila euro. In effetti, quest’ultimo, dipendente di una scuola guida dell'altro Cilento, pur essendo abilitato alla funzione di istruttore, è risultato privo dell’autorizzazione per operare nel comune di Rofrano. Insomma un’attivitá contro legge che non è passata inosservata agli occhi dei carabinieri. Niente pubblicitá, in una piccola comunitá come Rofrano bastava il passaparola ad assicurare la clientela. E nelle ultime due o tre settimane di indagini per fare luce sul giro messo in piedi dall’agenzia, i carabinieri hanno accertato diversi aspiranti patentati che hanno frequentato i corsi abusivi.Considerata l’assenza di una vera scuola guida a Rofrano, il vantaggio per i clienti era notevole: si potevano imparare i rudimenti del codice della strada e avere l’auto e l’istruttore di guida a disposizione, senza effettuare molti chilometri per raggiungere l’agenzia in un altro comune. Insomma, era possibile assicurarsi un’istruzione sufficiente per passare gli esami. Nel corso del blitz sono stati sequestrati documenti e elenchi di iscritti ai corsi. I carabinieri hanno giá interrogato alcuni testimoni.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©