Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scuola: mappa degli istituti occupati nel Napoletano -video



Scuola: mappa degli istituti occupati nel Napoletano -video
18/02/2014, 11:24

Ci sono la scuola elementare Leopardi e la materna Cariteo di Fuorigrotta, la materna Quarati al Vomero, l'IC Nevio e il liceo Tito Lucrezio Caro di via Manzoni, il liceo scientifico Mercalli di Chiaia, la elementare Dante Alighieri di Piazza Carlo III tra le scuole occupate dagli ex Lsu oggi a Napoli. Ma la protesta si è estesa anche alla provincia coinvolgendo diversi istituti dei comuni di Pozzuoli, Quarto e Giugliano. Migliaia gli studenti rimasti dunque a casa. Stipendi dimezzati e il rischio di perdere il posto di lavoro sono alla base della protesta che coinvolge i lavoratori impiegati nelle scuole della Campania con varie mansioni. La richiesta dei manifestanti è quella di un incontro con i vertici del ministero dell'Istruzione per discutere della loro situazione. Gli ex Lsu (Lavoratori socialmente utili) da molti anni sono inseriti nelle scuole occupandosi prevalentemente delle pulizie o di lavori nelle segreterie scolastiche con uno stipendio di circa 900 euro. Negli ultimi mesi a livello nazionale sono stati regolamentati i contratti. Con nuovi bandi la Consip (società del Ministero dell'Economia e delle Finanze) ha riaffidato alle cooperative di ex Lsu gli stessi impieghi ma con un ribasso degli stipendi del 50 per cento, ovvero dalle 7 ore di lavoro al giorno si è passati alle 3 ore e 40 minuti. Le uniche regioni in Italia dove le gare sono state sospese per eccesso di ribasso sono state Campania e Sicilia. Dall'1 marzo i lavoratori ex Lsu campani rischiano di perdere il lavoro o comunque di percepire circa 400 euro al mese e per protesta da ieri mattina stanno occupando diverse scuole. "Parlerò con il prefetto - spiega il direttore dell'Ufficio Scolastico della Campania, Diego Bouché che aggiunge - il bando per la Campania non è andato a buon fine e quindi adesso tutte queste persone saranno senza lavoro dal 1 marzo".

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©