Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scuola: niente soldi per i corsi di recupero


Scuola: niente soldi per i corsi di recupero
02/02/2009, 16:02

Secondo il piano predisposto dal Ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini, confermando quello che aveva previsto il suo predecessore Paolo Fioroni, in questi giorni nelle scuole superiori dovrebbero iniziare i corsi di recupero per quegli alunni che avessero dimostrato delle insufficienze in qualche materia. Ma non inizieranno quasi da nessuna parte. Perchè il governo non ha stanziato neanche un centesimo, contro i 240 milioni necessari (secondo le stime) per procedere a questo incombente. I primi a protestare sono stati i presidi milanesi, che però si sono sentiti rispondere che non c'erano soldi e che avrebbero potuto chiudere la scuola per una settimana o due onde consentire agli insegnanti di effettuare questi corsi senza dover pagare straordinari per cui mancano i fondi. Inutile dire che i presidi sono rimasti costernati e qualcuno ha avvisato le famiglie che forse sarebbe stato necessario un contributo economico da parte delle famiglie stesse.
Il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi, che si sta occupando della vicenda, ha detto che i 55 milioni che il governo ha deciso di stanziare verranno forse stanziati, se il Ministro dell'Economia Giulio Tremonti darà il suo OK.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©