Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'impegno di Pansa

Scuola: precari napoletani ricevuti dal Prefetto Pansa


Scuola: precari napoletani ricevuti dal Prefetto Pansa
03/09/2009, 15:09

I precari della scuola sono stati ricevuti nella mattinata odierna dal prefetto Pansa. La delegazione del “Coordinamento precari della scuola”, rappresentativa dei circa 4000 lavoratori tra personale docente e ATA che in questa provincia rischiano di perdere il posto di lavoro per i tagli a carico dell’istruzione pubblica previsti dalla legge finanziaria, ha chiesto l’attuazione di un tavolo interistituzionale tra governo e enti locali per rivedere l’applicazione della legge n.133/08. La delegazione ha, altresì, evidenziato che gli effetti negativi dei tagli previsti incidono, oltre che sull’aspetto occupazionale in una realtà già fortemente penalizzata da un tasso di disoccupazione elevatissimo, anche in termini qualitativi sull’intero “sistema scuola”. Non può, infatti, dimenticarsi come nella città di Napoli vi sia il tasso di dispersione scolastica più alto d’Italia, la più bassa percentuale di scuole a tempo pieno e non tutte le strutture scolastiche napoletane sono in grado di ospitare classi con 30 alunni. Il prefetto Pansa ha preso atto della richiesta avanzata e si è impegnato ad investire del problema oltre i Ministeri dell’Istruzione e del Lavoro anche quello dell’Interno, proprio in virtù del fatto che la paventata carenza formativa potrà avere ricadute nell’ambito della sicurezza. La scuola, infatti, ricorda il Prefetto Pansa è il primo baluardo per la sicurezza ed è necessario fare ogni sforzo per assicurare una offerta formativa quanto più ampia possibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©