Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

corpo, maternità, lavoro e rappresentanza

'Se non ora quando?', le donne discutono del loro futuro


'Se non ora quando?', le donne discutono del loro futuro
10/07/2011, 10:07

SIENA – Oltre 2 mila persone hanno partecipato ieri , sul Prato di Sant'Agostino a Siena, alla prima della due giorni di 'Se non ora quando?'. Migliaia e migliaia di bolle di sapone salite verso il cielo per  una giornata tutta al femminile, fatta di contributi, interventi e fantasia, per il primo raduno nazionale del movimento. Centinaia di palloncini rosa, un grande palco e una platea di mamme, nonne, studentesse, disoccupate, precarie, libere professioniste. In realtà quella che doveva essere una riunione dei comitati (120 in tutta Italia) è diventata  una specie di assemblea nazionale. Cominciata con un video che rimanda sul maxi schermo le immagini della manifestazione dello scorso 13 febbraio, il debutto di Snoq (acronimo della celebre frase di Primo Levi, "se non ora, quando?") è proseguita con applausi ed  ovazioni. Dopo il saluto del sindaco di Siena Franco Ceccuzzi, tocca a Francesca Izzo, docente all'università Orientale di Napoli: "Questo movimento è animato da una fortissima voglia di stare insieme. Non diventeremo mai un partito perché la nostra forza è un movimento accogliente ed eterogeneo che sa far stare insieme le diversità". I tempi centrali del dibattito - che prosegue oggi -  sono corpo, maternità, lavoro e rappresentanza. Una due giorni dove si alterneranno video e incontri, flash mob e dibattiti.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©