Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ha preso 14 mila euro in cambio di appalti

"Se vuoi lavorare, pagami": arrestato sindaco del Pd


'Se vuoi lavorare, pagami': arrestato sindaco del Pd
03/12/2013, 21:18

CARLANTINO (FOGGIA) - Dino D'Amelio, sindaco del Pd di Carlantino, paesino in provincia di Foggia, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza, su una ordinanza del Gip di Foggia. Ma il sindaco dagli arresti domiciliari respinge le accuse. 
Al centro del contendere c'è una somma di 5000 euro che un imprenditore avrebbe versato a D'Amelio: secondo i magistrati è stata una somma che il sindaco ha preteso per dargli un appalto pèer la festa patronale; secondo il sindaco, un contributo volontario dell'imprenditore. 
L'indagine è partita da una denuncia dell'imprenditore, che ha detto di aver versato soldi a più riprese in cambio di appalti che non sono mai arrivati. Il primo versamento di 8000 euro fu fatto nel febbraio 2010, quando D'Amelio era ancora consigliere; il secondo, di 5000 euro, fu fatto nell'ottobre 2010, dopo le elezioni, per pagare una cantante intervenuta alla festa patronale; l'ultimo, di 900 euro, nel marzo 2011 per pagare i carri di carnevale. 
Il Pm aveva chiesto la custodia cautelare in carcere per l'accusa di concussione, mentre il Gip ha concesso solo gli arresti domiciliari, ravvisando solo una corruzione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©