Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Marina: "E' intervenuta la Guardia costiera libica"

Sea Watch: "Una nave militare italiana sta guardando 80 migranti annegare"


La nave indicata da Sea Watch
La nave indicata da Sea Watch
23/05/2019, 17:18

MAR MEDITERRANEO - Sea Watch ha twittato una denuncia gravissima: "La nave P492 Bettica della Marina militare italiana si trova vicino a un gommone in pericolo con circa 80 persone a bordo, ma non interviene. Il nostro aereo ha inviato un messaggio di Mayday Relay e ha confermato l'avvistamento di persone aggrappate a un tubolare sgonfio". 

La situazione è grave. Ma la cosa più sconvolgente sono i commenti sotto la notizia. Almeno la metà dei commentatori affermano che si tratta di una messa in scena per entrare in Italia, il tutto condito da insulti ("Sono 80 scimmie") e frasi irridenti ("ASpetta, stanno chiamando il gommista per ripararlo, poi può ripartire". Ecco a cosa ci ha portato la propaganda di Lega e Movimento 5 Stelle basata sull'odio verso questi poveri disgraziati.


Aggiornamento ore 18.15

La Marina ha risposto alle affermazioni con un tweet: "Avvistato natante in difficoltà da ONG Colibrì. Nave Bettica MarinaMilitare a 80km invia proprio elicottero in zona per supporto. Con elicottero in zona ha constatato avvenuto recupero migranti da motovedetta libica in zona Sar libica". In realtà è da vedere se parlano della stessa imbarcazioni, perchè questa mattina erano state segnalate due imbarcazioni in mare. Ammesso che la Guardia costiera libica abbia salvato i migranti (visto che quelli che non muoiono annegati vengono portati nei campi di concentramento libici) della nave segnalata dalla Colibrì, chi garantisce che è la stessa imbarcazione segnalata dalla Sea Watch?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©