Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondigliano, russo rapina telefonino ad ucraino: arrestato


Secondigliano, russo rapina telefonino ad ucraino: arrestato
01/12/2011, 11:12

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia “Secondigliano”, hanno arrestato il cittadino russo K.I., 22enne senza fissa dimora, per rapina aggravata in concorso.

Poco prima, a Corso Secondigliano, Due giovani cittadini ucraini, erano stati avvicinati dal russo, persona a loro nota ma di cui sconoscevano il nome. Rivolgendosi al più giovane, gli aveva chiesto di consegnargli i suoi soldi ma al suo netto rifiuto aveva estratto un coltello e gli aveva chiesto di consegnargli il telefonino. Al suo ennesimo rifiuto lo aveva preso per il braccio e gli aveva puntato il coltello al collo.

A questo punto il suo amico, di qualche anno più grande, preoccupato per la sua incolumità ha preferito consegnargli il suo telefono cellulare. Quindi è salito su uno scooter con alla guida un complice e si è allontanato facendo perdere le sue tracce.

Poco dopo i due giovani hanno intravisto una pattuglia della Polizia, ma mentre stavano loro raccontando quanto accaduto, i due in sella allo scooter sono ripassati nelle vicinanze. È quindi bastata un’indicazione dei due ucraini ed i poliziotti hanno subito intercettato e fermato lo scooter con il sospetto autore della rapina ed il suo complice.

Il giovane è stato immediatamente riconosciuto dalle due vittime quale l’autore della rapina occorsa pochi minuti prima. A seguito di una perquisizione personale è stato trovato in possesso sia del telefono da poco rapinato che del coltello utilizzato per la rapina.

Il 22enne, tra l’altro gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato pertanto arrestato. Il complice, coetaneo e concittadino, è stato invece denunciato in stato di libertà per concorso nella commissione della rapina.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©