Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondigliano: scoperte armi e droga in cantina


Secondigliano: scoperte armi e droga in cantina
05/02/2010, 14:02


NAPOLI - Gli agenti del Commissariato di Polizia Secondigliano hanno arrestato due persone un uomo e una donna rispettivamente Massimo Acunzo, 38enne, pluripregiudicato, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione abusiva di armi da guerra e munizionamento e Maria Auriola, 50enne per il reato di favoreggiamento personale. I poliziotti, nel corso di un particolare servizio effettuato in via Limitone d’Arzano meglio conosciuto come Case Celesti, nel controllare alcune cantinole sentivano dei rumori provenienti dall’interno e contemporaneamente un uomo, identificato per Acunzo, che si allontanava velocemente fino a raggiungere l’abitazione della donna. I poliziotti, nel corso del sopralluogo, si rendevano conto che la cantinola rispetto alle altre era di metratura inferiore in quanto una parte di essa era stata murata. Si accertava così dell’esistenza di un altro vano cui si accedeva attraverso una porta girevole abilmente intonacata. In tale spazio segreto, gli agenti rinvenivano una pistola revolver 44 magnum, 2 fucili mitragliatori, oltre 500 cartucce di vario calibro, un giubbotto antiproiettile, un bilancino di precisione, 130 grammi di marijuana e sostanza da taglio. Nel contempo, altri agenti salivano al terzo piano dello stabile, dove Acunzo si era rifugiato nell’abitazione della donna. All’arrivo della Polizia, quest’ultima riferiva di essere sola in casa, invece, nel corso della perquisizione, Acunzo, veniva sorpreso sotto le coperte di un lettino, completamente vestito e con le scarpe ancora calzate. Per entrambi sono scattate le manette. Proseguono gli accertamenti balistici da parte del Gabinetto della Polizia Scientifica sulle armi ritrovate.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©