Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondigliano, sorvegliato speciale gestiva piazza di spaccio in casa


Secondigliano, sorvegliato speciale gestiva piazza di spaccio in casa
05/07/2011, 10:07

Gli bastava schiacciare il bottoncino di un telecomando di piccole dimensioni e, da un tombino fognario, si azionava un dispositivo elettronico capace di far scorrere, dal pavimento sottostante, un cassetto metallico a scomparsa, all’interno del quale era custodita droga da vendere.

A scoprire l’ingegnoso congegno ed arrestare Antonio IODICE, 31 enne Sorvegliato Speciale, responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, sono stati gli agenti della sezione “Volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale.

I poliziotti, infatti, nella serata di ieri, nel corso di un controllo in Via Lungo del Ponte, nel quartiere Secondigliano, hanno notato l’uomo che, alla loro vista, scappava all’interno di un cortile, richiudendosi alle spalle il portone.

Prontamente inseguito, l’uomo è stato bloccato mentre stringeva nelle mani il telecomando.

Gli agenti, dopo aver azionato il telecomando, hanno scoperto il nascondiglio segreto ove l’uomo custodiva oltre 300 dosi di droga, suddivisa in “cocaina” ed “eroina”, nonché la somma di €.458,00.

IODICE, scarcerato nel dicembre 2010, data in cui è stato nuovamente sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale della P.S., è stato condotto dai poliziotti al Carcere di Poggioreale. L’uomo, inoltre, è stato denunciato in stato di libertà per inosservanza alla misura alla quale era sottoposto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©