Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Indagini della Dda di Napoli

Secondigliano-Aversa smantellato traffico di droga


Secondigliano-Aversa smantellato traffico di droga
27/07/2010, 13:07

CASERTA - Agenti del Commissariato di Polizia di Aversa (Caserta), a conclusione di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno smantellato un'organizzazione dedita al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, sull'asse Secondigliano-Aversa. E' in corso l'esecuzione di nove ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip su richiesta della DDA partenopea ed il sequestro di tre appartamenti ed un appezzamento di terreno tra Napoli e Caserta. Gli indagati, quasi tutti conosciuti alle forze dell'Ordine, per reati specifici ed alcuni anche per estorsioni, sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di cocaina. La sostanza stupefacente, secondo le risultanze delle indagini della Polizia di Aversa, diretta dal primo dirigente, Gigi Del Gaudio, veniva acquistata a Secondigliano da una donna di 44 anni, a quanto pare legata al clan Di Lauro, indagata gia' in passato per vicende legate allo spaccio di droga. Ai vertici dell'organizzazione aversana, Giuseppe Rammairone, di 43 anni, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno ad Aversa e Pasquale Di Girolamo, di 49 anni, fratello di Carmine, soprannominato 'Carminuccio 'o sbirro', ex pentito ed ex esponente di punta della Nuova Camorra Organizzata. Pasquale Di Girolamo era gia' stato arrestato una ventina di giorni fa con l'accusa di estorsione, ma era stato poi scarcerato in sede di convalida del fermo. Uno dei 9 destinatari dei provvedimenti restrittivi, Antonio Della Volpe e' stato arrestato ad Augusta (Siracusa) dove aveva aperto un negozio per la vendita di calzature.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©