Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blitz nella notte, stamane rilasciati gli arrestati

Sei arresti alla Provolera, ma il GIP non conferma il fermo


.

Sei arresti alla Provolera, ma il GIP non conferma il fermo
12/12/2009, 13:12


TORRE ANNUNZIATA - Ancora un blitz dei carabinieri nel quartiere Provolera di Torre Annunziata. Stanotte, alle ore 00.30 circa, i militari agli ordini del capitano Luca Toti hanno fatto irruzione nella zona a più elevato indice di criminalità e tratto in arresto sei persone. Il blitz nella Provolera, rione occupato dal clan Chierchia-Fransuà, operante nell’area oplontina e storicamente legato al clan "Gionta" ha portato gli ennesimi frutti della lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti. In manette sono finiti Francesca Caraviello, 54enne casalinga Torre Annunziata, reggente del traffico di droga nella zona; Giuseppina Marchesano, figlia della Caraviello e già con precedenti penali; Mohamed Jovini, tunisino di 43 anni, marito della Marchesano; Felice Lustri, 29enne pregiudicato di Torre Anunziata; Michele Chierchia, 25enne affiliato al clan “Chierchia”; e Vincenzo Ametrano, 35enne senza precedenti penali.
I militari operanti, dopo aver effettuato un servizio di osservazione, hanno fermato anche due giovani acquirenti del posto, sequestrando loro otto dosi di cocaina e tre di "marijuana".
Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del commissariato di Torre Annunziata per tutta la notte. Stamattina, però, il GIP non ha confermato il fermo dei sei, rilasciati a piede libero sul territorio. Una decisione che lascia perplessi, anche se "I sei della Provolera” non sono stati colti in flagranza di reato.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©