Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sei pusher in cella tra Secondigliano e Scampia


Sei pusher in cella tra Secondigliano e Scampia
21/06/2012, 14:06

Sono sei gli arresti eseguiti dai militari dell'arma dei carabinieri nei quartieri napoletani di Secondigiano e Scampia. Prima operazione della giornata a  Secondigliano dove i i carabinieri del nucleo radiomobile di napoli hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale un uomo di 26 anni, originario della Repubblica Ceca, senza fissa dimora e incensurato. L’uomo è stato notato a piedi su via Limitone di Arzano, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che lo hanno avvicinato per controlli. Alla vista dei carabinieri ha tentato la fuga, venendo raggiunto e bloccato dopo breve inseguimento ed aver intrapreso con i militari dell'arma una  violenta colluttazione. Sottoposto ad una successiva  perquisizione il ceco è stato trovato in possesso di 4 grammi di crack, 10 grammi di eroina e 3 grammi di cocaina. Nell'inseguimento del ceco un carabiniere è stato medicato dai sanitari dell’ospedale fatebenefratelli di Napoli  per lesioni guaribili in 5 giorni. l’arrestato è stato tradotto nel carcere di poggioreale.

Ancora a Secondigliano i carabinieri del nucleo radiomobile di napoli hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio un uomo di  30 anni, residente a Lioni (Av) in Contrada Cerrete, già noto alle forze dell'ordine. L’uomo è stato notato a piedi sulla Cupa dell’Arco, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che lo hanno avvicinato per controlli. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 3 grammi di eroina e 4 grammi di cocaina. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato tradotto nel carcere di poggioreale.

Sempre nel quartiere napoletano di Secondigliano i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio di stupefacente un uomo di  44 anni, residente a Chiavari (Ge), un uomo di 41 anni, residente a Chiavari (Ge) e una donna di 22 anni, residente a Lavagna (Ge) , tutti etre già noti alle forze dell'ordine per reati vari. Il terzetto genovese è stato notato a piedi sulla Cupa dell’Arco, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che li hanno fermati per controlli e sottoposti a perquisizione sono stati trovati in possesso di 150 grammi di eroina, divisa in dosi. Gli arrestati sono stati tradotti nelle carceri di Poggioreale e di Pozzuoli.

Infine a Scampia i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella hanno arrestato per evasione dagli arresti domiciliari,  spaccio e detenzione di stupefacente un uomo di  25 anni, ucraino, domiciliato a giugliano in campania nel rione palombo, già noto alle forze dell'ordine, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari proprio per una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato notato nei pressi del complesso di edilizia popolare del lotto T/A mentre spacciava stupefacenti a diversi acquirenti. Bloccato e perquisito è stato trovato in possesso di 91 grammi di marijuana, divisa in 73 confezioni e di 370 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività. gli acquirenti sono riusciti a far perdere le tracce durante le fasi dell'arresto. Con successivi accertamenti i carabinieri hanno accertato che l’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©