Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Per il Gip evidente il desiderio sessuale

"Sei sempre nel mio cuore": la lettera del tramviere alla sua vittima


'Sei sempre nel mio cuore': la lettera del tramviere alla sua vittima
13/02/2018, 09:40

MILANO - Cosa pensare di una lettera che dice: "Ciao bimba sai che tvb. E ci tengo un casino a te! Ti giuro e te lo scrivo, sei dentro al mio cuore. A stasera"? Questa lettera è stata scritta da Alessandro Garlaschi, il 39enne tramviere milanese che qualche giorno fa ha ucciso con oltre 40 coltellate la 19enne Jessica Valentina Faoro. Il biglietto, trovato a casa sua durante la perquisizione, è tra le prove che il Pubblico Ministero ha presentato al Gip per chiedere la conferma dell'arresto e della detenzione in carcere. Una richiesta che il Gip ha accolto, stabilendo la detenzione in carcere. Nell'ordinanza, il Gip ha aggiunto anche che questo ed altri elementi dimostrano l'interesse sessuale che Garlaschi mostrava nei confronti della vittima. Inoltre ha aggiunto che l'uomoha mostrato una notevole freddezza, dopo l'omicidio, restando nell'abitazione per tentare di occultare il cadavere della ragazza. 

Inoltre si viene a sapere che Jessica aveva chiesto ai Carabinieri di aiutarla perchè doveva tornare a casa e aveva paura per i comportamenti di avances di Garlaschi. Il quale aveva presentato alla 19enne la propria compagna come sua sorella, anche se non era riuscito a nascondere completamente il proprio interesse sessuale. Viene inoltre confermato che il tramviere, dopo l'omicidio, ha cercato di eliminare il corpo prima bruciandolo e poi di farlo a pezzi per infilarla in due borsoni. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©