Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Semaforo selvaggio, viaggio tra gli incroci di Napoli


.

Semaforo selvaggio, viaggio tra gli incroci di Napoli
12/09/2013, 11:25

NAPOLI - Viaggio tra i semafori di Napoli. In particolare di due dei quartieri più affollati di auto e pedoni della città, ovvero Vomero e Fuorigrotta dove la legge del semaforo pare aver ceduto il passo all’anarchia. A seminare il caos tra le strade una serie di fattori. Come i pochi secondi che separano l’omino giallo da quello rosso dell’incrocio tra via Pitloo e via Luca Giordano, nel caso di attraversamento pedonale, con il risultato che non di rado si attraversa con il rosso generando maxi-ingorghi nel mezzo dell'isola pedonale e anche qualche rissa. Dai semafori strampalati alle strisce pedonali inesistenti. È il caso della centralissima via Cilea, arteria che collega il quartiere del Vomero con gran parte del resto della città, dove per attraversare pedoni e mamme con passeggini si affidano alla clemenza di qualche automobilista o alla buona sorte. Stesse scene anche nel quartiere di Fuorigrotta dove tra i più pericolosi c’è l’attraversamento dell'incrocio tra via Terracina e viale Marconi. Del tutto spento, invece, il semaforo di via Cinthia.  

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©