Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non potendo mangiare a spese dei cittadini,c'è l'alternativa

Senatori tirchi: convenzione con ristorante per pranzo a 20 euro


Senatori tirchi: convenzione con ristorante per pranzo a 20 euro
11/01/2012, 11:01

ROMA - Guadagnano qualcosa come 20 mila euro al mese netti, comprendendo tutte le somme che incassano. Eppure i senatori italiani non possono spendere una cifra normale, come tutti i cittadini italiani, per mangiare al ristorante. E così il senatore Carrara (ex Pdl, ora in Coesione Nazionale) ha organizzato una sorta di bando privato, mandando e-mail ai ristoranti intorno a Palazzo Madama per chiedere uno sconto in cambio di una frequentazione di massa. E così hanno ottenuto dal ristorante "Sapore di Mare" - secondo quanto riferisce Repubblica - l'offerta migliore: tre antipasti caldi, un primo a base di pesce, vino, acqua e caffè, il tutto a 20 euro.
E sono 900 pasti potenziali al giorno, dato che anche i deputati della Camera presto potrebbero andare là. Infatti anche loro e i loro 20 mila euro netti al mese, non sono all'altezza di pagare i 30 euro che costa un pranzo normale nel ristorante della Camera. Prezzi troppo elevati, per i loro stipendi, evidentemente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©