Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Senegalese ucciso, resta in carcere il poliziotto


Senegalese ucciso, resta in carcere il poliziotto
03/02/2009, 18:02

Resta in carcere Paolo Morra, l'ispettore di polizia che sabato scorso a Civitavecchia ha ucciso con un colpo di fucile l'ambulante senegalese 42enne Chehari Behari Diouf. Lo ha deciso il gip di Civitavecchia Giovanni Giorgianni, che ha convalidato la custodia cautelare per il poliziotto, respingendo la richiesta di domiciliari avanzata dalla difesa, rappresentata dagli avvocati Giuseppe Di Chirico e Lorenzo Mereu, e accogliendo quella del pm Bianca Cotronei. L'autopsia sul corpo dell'ambulante, affidata al perito Sacchetti di Roma, sara' eseguita domani. E' stata inoltre disposta una perizia balistica. Oggi, prima dell'udienza di convalida dell'arresto, il pm Cotronei ha fatto un sopralluogo, raccogliendo elementi che sarebbero atti a confutare le tesi della difesa, secondo cui l'omicidio sarebbe avvenuto nel corso di una lite tra vicini. Morra resta recluso nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere, dove era arrivato domenica scorsa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©