Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SENTENZA STORICA PER LE BANCHE A BARI: DEVO RIMBORSARE GLI INTERESSI ILLEGGITTIMAMENTE RICHIESTI


SENTENZA STORICA PER LE BANCHE A BARI: DEVO RIMBORSARE GLI INTERESSI ILLEGGITTIMAMENTE RICHIESTI
11/11/2008, 14:11

CI voleva la sentenza di un Tribunale di Bari, per mettere un freno ai comportamenti poco chiari, quando non illeggittimi, che le banche hanno nei confronti dei clienti. In questo caso specifico, la banca finita sotto processo è il Banco di Napoli, oggi Intesa San Paolo, per avere fatto un contratto di mutuo con gli interessi calcolati col sistema denominato "alla francese" o anatocismo. Vale a dire col calcolo degli interessi sugli interessi, in violazione del Codice Civile. Ma la cosa fuorilegge era che la cosa non era specificata nel contratto. Infatti si parlava di un tasso nominativo del 13% annuo; ma considerato anche l'anatocismo, il tasso diventava superiore al 14%. E trattandosi di due mutui, uno di 350 milioni di lier e uno di un miliardo, quella differenza è enorme. Ma si tratta di un malvezzo che secondo l'Adusbef, che ha assistito i due danneggiati in questa causa, hanno molte banche. Ma il Giudice ha riconosciuto la violazione del Codice Civile e sanzionato come da Codice: il tasso da applicare è solo quello legale (cioè quello della BCE; che adesso è al 3,25% e che non è mai salito oltre il 4,25%) e senza anatocismi. In totale, la banca ci rimette grosso modo i tre quarti dell'interesse sulle somme prestate. E come sanzione non è mica male.

Ed essendoci stato il precedente, adesso ognuno potrà chiedere il rimborso, se è stato imbrogliato dalla propria banca nella stessa maniera; e sul sito Adusbef viene indicato un modulo da scaricare per fare il ricorso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©