SEPE: “LE MINACCE DELLA CAMORRA SONO UNA REAZIONE A CHI HA COLTO NEL SEGNO“ - JulieNews - 1

Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SEPE: "LE MINACCE DELLA CAMORRA SONO UNA REAZIONE A CHI HA COLTO NEL SEGNO"


SEPE: 'LE MINACCE DELLA CAMORRA SONO UNA REAZIONE A CHI HA COLTO NEL SEGNO'
14/03/2008, 16:03

"Conosciamo la natura di questa realtà che non si ferma di fronte a niente e a nessuno - ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, oggi, al termine del decimo congresso regionale delle Acli Campania, esprimendo la sua opinione in merito all'increscioso episodio delle minacce rivolte, nel corso del processo "Spartacus" contro la camorra, alla giornalista del Mattino Rosaria Capacchione, e anche quelle contro Roberto Saviano e il pm Raffaele Cantone. Monsignor Sepe ha definito questi episodi come l'estrema reazione della criminalità nei confronti di chi ha colpito nel segno.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©