Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gran Bretagna: la macabra storia di due ragazzi

Seppellisce viva la fidanzata, ma lei riesce a salvarsi

L’uomo ora è accusato di tentato omicidio

Seppellisce viva la fidanzata, ma lei riesce a salvarsi
20/12/2011, 10:12

LONDRA – Seppellisce viva la fidanzata, ma lei riesce a salvarsi. Roba da far tornare alla mente la scena di “Kill Bill” di Quentin Tarantino, in cui la sposa viene sepolta viva, ma nonostante ciò riesce a salvarsi. Questa volta però non siamo in nessun set cinematografico: nessuna finzione dunque, ma solo macabra realtà. Siamo in Gran Bretagna, dove Marcin Kasprzak, uomo di origine polacca, ha attaccato la fidanzata col taser e poi l’ha sepolta viva, in uno scatolo di cartone, in un bosco dello Yorkshire. La donna, Michelina Lewandowska, 27 anni nonché madre di suo figlio, è riuscita a liberarsi. Questo raccapricciante episodio risale a maggio, ma oggi Marcin Kasprzak è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio: aggredì Michelina Lewandowska perché lei lo “annoiava” ed ora dovrà attendere il 13 gennaio per sapere l’entità della sua condanna. Marcin, di due anni più giovane di lei, l’aveva legata e imbavagliata, poi aveva chiuso lo scatolone con il nastro adesivo, ricoprendo poi la “bara” improvvisata con dieci centimetri di terriccio e rami di alberi. Sia Marcin che Michelina erano emigrati dalla Polonia in Gran Bretagna in cerca di lavoro.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©