Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

L'uomo ha tentato di fuggire, ma è stato arrestato

Sequestra l'ex compagna e la figlia 15enne e le violenta


Sequestra l'ex compagna e la figlia 15enne e le violenta
23/02/2010, 17:02

CIRIE' (TORINO) - Il piano di vendetta era semplice: issarsi fino al primo piano dell'abitazione dove abitava la sua ex, armato di coltello. Cosa facile, per un operaio di 23 anni, che una volta entrato ha utilizzato l'arma che si era portato con sè per minacciare l'ex compagna e la figlia di 15 anni. Dopo di che le ha legate ed imbavagliate, violentandole ripetutamente. Dopo di che l'uomo ha cominciato a bere liquore, e il suo stato di ebbrezza ha consentito alle donne di liberarsi a vicenda e fuggire di casa, per andare alla vicina stazione dei Carabinieri, a denunciare l'accaduto.
Appena si è reso conto della fuga delle due donne e delle conseguenze del suo gesto, l'uomo ha preso la macchina e ha provato a fuggire, inseguito dai Carabinieri. Ma la fuga è finita quando l'uomo ha perso il controllo dell'auto ed è finito contro un guardrail; immediatamente è scattato l'arresto. Ora l'uomo dovrà rispondere di reati molto gravi: duplice stupro, con l'aggravante che in una caso la vittima era minorenne; minaccia a mano armata, aggressione, sequestro di persona.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©