Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Erano riconducibili a Paolo Ripepi

Sequestrati 4 milioni di beni della 'ndrangheta


Sequestrati 4 milioni di beni della 'ndrangheta
04/02/2010, 10:02

CATANZARO - La Dia di Catanzaro, su ordine del Tribunale di Vibo Valentia, ha messo sotto sequestro beni ritenuti della 'ndrangheta per un valore di oltre quattro milioni di euro. Si tratta di beni riconducibili a Paolo Ripepi, condannato nell'ambito del processo "Dinasty" e ritenuto appartenente alla cosca dei Mancuso di Limbadi. Ripepi è stato considerato addentro alla 'ndrina, anche se in un ruolo piccolo. Infatti è stato accusato solo di alcuni furti e di un traffico di banconote false.
I beni sequestrati sono una azienda edile, numerosi conti correnti postali e bancari e diverse unità immobiliari, tra cui il complesso "Villa Filomena", situato nella zona di Capo Vaticano. Per procedere a questo sequestro ci si è avvalsi di un comma della legge sulla sicurezza che consente di fare questi sequestri, laddove ci siano sproporzioni tra il reddito dichiarato e la ricchezza posseduta

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©