Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I congegni erano destinati al mercato partenopeo

Sequestrati dispositivi anti-autovelox made in China all'aeroporto di Ciampino


Sequestrati dispositivi anti-autovelox made in China all'aeroporto di Ciampino
14/11/2010, 11:11

ROMA - Ieri, all'aeroporto di Ciampino, la polizia giudiziaria dell'Ufficio di Frontiera dello scalo, durante i controlli sulle merci trasportate in aereo, ha sequestrato un carico di congegni anti-autovelox prodotti in Cina e destinati al mercato partenopeo. Il plico sequestrato conteneva numerose coppie di particolari porta-targhe dotati di un micromotore, da attivare attraverso un telecomando interno all'autovettura, che permetterebbe di calare una copertura in tessuto plastico nero lucido sulla targa ( una sorta di tendina) per occultarne totalmente il numero. Ogni confezione sequestrata conteneva anche uno speciale kit di montaggio del porta-targhe truccato con tanto di manuale di istruzioni. Si tratta, dunque, di congegni ideali per eludere non solo autovelox e tutor su strade e autostrade, ma anche per eludere il pedaggio nel caso si trattasse, ad esempio, di un ecopass o un varco ztl. I particolari congegni made in China, che permetterebbero agli automobilisti di infrangere le regole del codice della Strada rimanendo nell'anonimato, sono stati acquistati a 6 dollari al pezzo, ma sarebbero stati rivenduti a 220 euro ciascuno.
Sulla questione la polizia stradale informa che le modifiche apportate proprio quest'anno al codice della Strada con la legge 120 prevedono sanzioni per i reati di acquisto, produzione, importazione e vendita di congegni del genere. In base all'entità del reato, le pene consistono in confisca e sequestro della merce per chi commercializzi il dispositivo, confisca e sequestro del dispositivo anti-autovelox per chi lo monti sul veicolo, sanzioni amministrative, fermo di tre mesi per l'auto, ricorso a procedimento penale per chi utilizzi il congegno anti-autovelox per eludere il pedaggio.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©