Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Sequestrati oltre 450 mila kg di frutta in provincia di Padova


Sequestrati oltre 450 mila kg di frutta in provincia di Padova
26/09/2009, 14:09

“Grazie agli uomini dell’ICQRF, abbiamo sequestrato 464.990 Kg di frutta priva della documentazione necessaria e che stava per essere messa in commercio nella filiera del biologico. Chi intende ingannare i cittadini deve fare i conti con la fase due della tolleranza zero, che abbiamo avviato per dare un segnale forte a chi cerca di arricchirsi con furberie che non intendiamo più permettere. Consumatori e produttori onesti possono stare tranquilli, perché i controlli in difesa dei prodotti della nostra terra sono sempre più efficaci”.

Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato il sequestro di 428.794 kg di mele e 36.196 kg di pere effettuato dai funzionari dell’Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e della Repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf, dell’ufficio periferico di Conegliano, perché priva della documentazione inerente alla tracciabilità del prodotto prevista dalla vigente normativa comunitaria.

Il sequestro è avvenuto in un’azienda della provincia di Padova iscritta nell’elenco dei preparatori di prodotti da agricoltura biologica. Durante l’attività istituzionale di controllo, i funzionari dell’ICQRF hanno riscontrato che, nonostante l’azienda fosse autorizzata al ritiro, alla preparazione e alla commercializzazione di ortofrutta esclusivamente proveniente da agricoltura biologica, preparava anche prodotti convenzionali, utilizzando la stessa linea di lavorazione sia per la frutta biologica che per quella convenzionale.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©