Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Trovati in casa sua documenti falsi e passamontagna

Sequestro Buglione: sospetti su un uomo arrestato


Sequestro Buglione: sospetti su un uomo arrestato
21/09/2010, 11:09

NAPOLI – Proseguono le indagini sul sequestro lampo di Antonio Buglione, l’imprenditore dai burrascosi trascorsi rapito la scorsa settimana e tornato libero meno di 40 ore dopo. I sospetti degli inquirenti si stanno concentrando su un uomo arrestato due giorni fa e che potrebbe rappresentare un punto di svolta per arrivare ai sequestratori del ‘re della sicurezza’. Le indagini attualmente ruotano intorno alla figura di Raffaele Ciccone, 36 anni, incensurato nulla facente e residente a Saviano, lo stesso comune del Nolano dove vive Buglione. L’uomo è stato fermato due giorni fa perché, durante una perquisizione, è stato trovato in possesso di documenti contraffatti per Raffaele Raiola, latitante con due anni di pena da scontare, oltre che di un pc con software per falsificare documenti e due passamontagna.
La dinamica del sequestro Buglione resta ancora un giallo. Coinvolto nel passato in inchieste sugli intrecci tra camorra, politica e lavoro, l’imprenditore sarebbe stato tenuto prigioniero in una serra a Marigliano e si sarebbe liberato da solo senza il pagamento di alcun riscatto; una circostanza che farebbe pensare più ad un avvertimento che ad un vero e proprio sequestro.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©