Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestro di 41mln di euro all’odonto-editore Piccirillo -video

Procura: "Imprenditore connotato da pericolosità sociale"

.

Sequestro di 41mln di euro all’odonto-editore Piccirillo -video
08/03/2018, 14:18

Beni mobili e immobili, partecipazioni societarie con i relativi complessi aziendali, automezzi, altri beni di lusso e rapporti finanziari e bancari, per un valore stimato pari a 41mln di euro, sono stati sequestrati all’imprenditore Pasquale Piccirillo, 54enne di Recale, titolare di un gruppo di imprese operante nei settori sanitario, editoriale, delle telecomunicazioni e immobiliare.

Il provvedimento, emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, è stato eseguito dagli ufficiali di polizia giudiziaria del comando provinciale della Guardia di Finanza di Caserta e ha interessato le regioni Lombardia, Lazio e Campania e, al di fuori del territorio nazionale, la Svizzera.

Piccirillo, si legge nel provvedimento, è stato riconosciuto “come imprenditore connotato da una pericolosità sociale del tipo economico-finanziaria, alla luce del suo coinvolgimento, nel periodo 2005-2017, in molteplici procedimenti penali concernenti svariati delitti a sfondo patrimoniale, quali truffe aggravate per il conseguimento di erogazioni pubbliche, appropriazione indebita e delitti tributari per evasione fiscale ed utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti”.

Tutto ciò premesso, il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dopo una serie di verifiche che hanno interessato l’intero nucleo familiare dell’editore di TvLuna, ha disposto il sequestro, in visita della successiva confisca: delle quote societarie e relativi complessi aziendali di 9 imprese (Sdp srl, Midianet srl, Baffo Import srl, Teleluna srl, Immobilnet srl, Associazione Teleradio Matese, Lunaset pubblicità, Lunaset srl e Scuderia Lunaset srl); di 165 immobili tra Caserta, Arienzo, Recale, Pignataro Maggiore, Santa Maria Capua Vetere, Napoli, Vico Equense, Collepardo, Gaeta, Monteforte Irpino, Roccaraso, Pescocostanzo ed in Svizzera); 16 autoveicoli ed un motoveicolo nonché delle disponibilità finanziarie presenti in numerosi conti correnti, conti di deposito ed altri investimenti finanziari, per un valore stimato pari a 41mln di euro.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©