Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Avviata indagine interna ai servizi

Sequestro Spinelli, si indaga sulla scorta di Berlusconi


Sequestro Spinelli, si indaga sulla scorta di Berlusconi
29/11/2012, 19:32

Ancora in corso le indagini per far luce sul sequestro di Giuseppe Spinelli, tesoriere di Silvio Berlusconi. I servizi segreti stanno tentando di chiarire il ruolo svolto  dal personale assegnato alla tutela dell’ex presidente del Consiglio, come ha riferito al Copasir il direttore del servizio, generale Arturo Esposito.
Secondo quanto riferito dallo stesso Spinelli ai magistrati che lo hanno interrogato, gli uomini dell'Aisi che proteggono Berlusconi, il giorno dopo il sequestro sono stati mandati a casa del ragioniere per scortarlo in un luogo segreto. I componenti del Copasir hanno quindi chiesto conto al generale Esposito di un possibile uso 'distorto' degli agenti del servizio segreto interno.
Il tesoriere del Cavaliere è stato sequestrato – insieme alla moglie – lo scorso 15 ottobre, mentre si trovava in casa sua. I sequestratori gli chiesero 35 milioni di euro in cambio di documenti sul Lodo Mondadori. Un mese dopo sono state arrestate sei persone: F. L., ex pentito pugliese di 51 anni, specializzato in questo genere di reati; P. T., di 34 anni, residente a Olevano Romano (Roma), pregiudicato; A. M., di 46 anni, residente a Malnate (Varese), anche lui con precedenti, insieme a tre albanesi pregiudicati di 33, 28 e 39 anni. Il sequestro continua comunque a essere un mistero, anche perché è stato denunciato con ritardo. Gli inquirenti ipotizzano il pagamento di un riscatto (si parla di otto milioni) e la presenza di altri complici.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©