Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il calciatore era in coma farmacologico

Serie B: Pescara-Livorno, arresto cardiaco per Morosini. E' morto


Serie B: Pescara-Livorno, arresto cardiaco per Morosini. E' morto
14/04/2012, 16:04

PESCARA - La partita Pescara-Livorno è stata teatro di un grave episodio. Verso la mezz'ora del primo tempo, il centrocampista del Livorno, in prestito dall'Udinese, Piermario Morosini, ha accusato un malore e si è accasciato sul campo. Immediatamente sono accorsi i giocatori ed è stato chiamato il medico, ma le sue condizioni sono apparse subito gravi. Tanto che è stato necessario fargli un massaggio cardiaco, in attesa che arrivasse l'autoambulanza, che l'ha portato in ospedale.
Allo stato non si conoscono le sue condizioni. La partita è stata prima interrotta e poi definitivamente sospesa. Giocatori e dirigenti del Livorno si sono allontanati dal campo in lacrime.


Aggiornamento ore 17.00

Erano molto più gravi del previsto le condizioni di Piermario Morosino. Il calciatore in campo ha avuto un arresto cardiaco; è stato immediatamente soccorso con massaggio cardiaco e defibrillatore, ma è arrivato in ospedale col cuore che batteva ancora irregolarmente. E' stato quindi messo in coma farmacologico, per potergli installare uno stimolatore cardiaco esterno, per stabilizzare il battito del cuore. Ma tutto è stato inutile: Morosini non ce l'ha fatta. L'ospedale l'ha comunicato poco prima delle 17.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©