Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Serino, 14enne rapita per essere costretta all’accattonaggio


Serino, 14enne rapita per essere costretta all’accattonaggio
24/04/2012, 11:04

I carabinieri dell’aliquota operativa di Torre del Greco hanno dato esecuzione a un decreto di fermo del pm emesso della procura distrettuale antimafia di napoli concordando con indagini dei militari dell’arma a carico di 2 cittadini rumeni domiciliati a ercolano in via pugliano ritenuti responsabili di sequestro di persona e di riduzione in schiavitù: due uomini di 40 e 20 anni, padre e figlio, il primo già noto alle forze dell'ordine. I militari dell’arma la mattina dell’11 aprile hanno trovato la ragazzina che piangeva disperatamente nei pressi del cimitero di Torre del Greco e hanno instaurato con la piccola un rapporto di fiducia convincendola a raccontare la sua storia e il perché di quelle lacrime.

Grazie alla collaborazione della 14enne, che ha fornito dettagliate dichiarazioni risultate concordanti con testimonianze di altre persone individuate nel corso di serrata attività investigativa, i carabinieri hanno accertato che nel dicembre 2011 i 2 fermati avevano sottratto al nucleo familiare l’allora 13enne portandola via da Serino (Av) e che nel tempo le avevano inflitto sevizie fisiche e morali per imporle lo svolgimento di accattonaggio presso varie località di Ercolano e Torre del Greco, picchiandola quando l’elemosina raccolta era stata ritenuta “insufficiente”.

La minore già dall’11 aprile è stata affidata a una casa famiglia dove rimane in attesa di ulteriori accertamenti sulla sua famiglia di origine, quella di Serino, che non ne aveva denunciato la scomparsa per ben 4 mesi. I fermati sono stati associati alla casa circondariale di poggioreale.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©